Chanel 2.55: storia di un mito

Il post di oggi è dedicato a lei, la regina indiscussa: la borsa Chanel 2.55! Insomma, dopo aver dedicato un post alla Birkin di Hermes non potevamo non dedicarne uno anche alla prima classificata della nostra personale classifica delle borse più belle di sempre!

Ed eccoci qui quindi per raccontare la storia della Chanel 2.55 e toccare anche il tasto più dolente… il prezzo della Chanel 2.55!

Borsa Chanel 2.55

Questa borsa è un’icona, un mito. È l’oggetto del desiderio di ogni donna che ami anche solo un minimo la moda. Un accessorio rivoluzionario in tutto… tranne che nel nome! Fu infatti chiamata 2.55 da Coco Chanel perché fu disegnata nel febbraio del 1955. Ma rappresenta una rivoluzione nel mondo della moda perché fu così ideata, con la tracolla, per permettere alle donne di avere finalmente le mani libere.

Chanel 2.55 Storia

Questa borsa è anche ricca di simbologie che rappresentano il vissuto di Gabrielle: pare che il tipico matelassè fosse ispirato ai giubbotti dei garzoni di scuderia, che la catena della tracolla assomigliasse ai portachiavi dei guardiani dell’orfanotrofio in cui la stilista trascorse la sua infanzia e che l’interno bordeaux si ispirasse al colore delle divise dei bimbi dell’orfanotrofio.

Prezzo Chanel 2.55

Questa borsa è ancora oggi l’emblema della maison: viene prodotta completamente in modo artigianale con un lungo e accuratissimo lavoro ed utilizzando solo materiali pregiati. Questo spiega perché il prezzo della Chanel 2.55 sia così elevato: si va dai 2000€ della mini, ai 2500€ del modello grande fino ai 3000€ della Jumbo (che normalmente viene prodotta solo su ordinazione).

Costo Chanel 2.55

Il modello originale creato nel 1955 presentava una chiusura molto semplice e una catena priva di tessuto. Poi, nel 1988, Karl Lagerfeld fece un restyling della borsa aggiungendo la doppia C sulla chiusura e intrecciando la tracollina in pelle alla catena: nacque così la 2.55 Chanel Classic Flap, disponibile nelle tre misure di cui vi ho detto poco fa.

Chanel 2.55

I due modelli di Chanel 2.55 a confronto

Quante di voi non hanno mai sognato di possedere una borsa Chanel 2.55? Secondo me quasi nessuna……………. :D

Questa voce è stata pubblicata in Accessori, Moda e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Chanel 2.55: storia di un mito

  1. giovanna gala scrive:

    Splendida……un sogno.

  2. coco chanel scrive:

    BELLISSIMA,cm quella ke ho nell’armadio!!!!!!!!!!!!

  3. sere '67 scrive:

    Penso che ne comprerò almeno una di taglia media e di color nero. Bella anche la “BOY” ma preferisco la mitica 2.55.Cambio un po genere anche perchè a me piacciono le Vuitton ed anche di collezione (ne ho 13 di cui una entrata nel museo della moda). Lo scorso Aprile ho comperato la giacca classica, tra poco la borsa. Sono belle ma soprattutto un investimento! ciao

  4. Fassy scrive:

    Il prezzo della Jumbo in vitello martellato e’ 3750 euro aggiornato a fine 2012, carta di credito canta!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>